COSA E’ UN BUSINESS MODEL? TE LO SPIEGO IN 3 MINUTI!

/, Sviluppo organizzativo/COSA E’ UN BUSINESS MODEL? TE LO SPIEGO IN 3 MINUTI!

COSA E’ UN BUSINESS MODEL? TE LO SPIEGO IN 3 MINUTI!

Un vecchio racconto di tradizione vedantica racconta…

C’era una volta un uomo che aveva la moglie ammalata che peggiorava ogni giorno. Vari medici avevano provato a guarirla ma ogni volta era un buco nell’acqua. Alla fine l’uomo andò da un saggio guaritore, che gli indicò un particolare momento astrale propizio per la cura. Poi gli disse: “é molto facile, è molto semplice; non ti preoccupare! Fa quanto ti dirò. Procurati un teschio, poi vai nel deserto e metti il teschio in una posizione tale da permetterti di raccogliere nella sua cavità l’acqua quando piove. A un certo punto, ci deve essere una rana che salta proprio sopra il teschio. In quel preciso istante, un serpente che passa lì vicino deve assalire la rana tentando di morderla. Però attenzione: deve mancarla, e una goccia del veleno che voleva iniettare nella rana deve cadere nel teschio. A quel punto, hai pronto il rimedio  per guarire tua moglie. L’uomo stentava a crederci: in quel paese pioveva di rado, di serpenti ce ne erano pochissimi, la congiunzione astrale avveniva una volta ogni secolo: come si poteva sperare in una serie di combinazioni così improbabili come le aveva descritte il saggio guaritore? “E’ molto semplice, è molto facile, non ti preoccupare!”, rispose il saggio. Con molti dubbi, l’uomo seguì le istruzioni. Dopo molte ricerche, trovato il teschio lo posizionò e si mise ad aspettare. Piovve, di lì a poco arrivò una rana, poi il serpente e tutto andò esattamente come gli era stato detto. Una volta che la medicina fu pronta, la moglie la bevve, e in un battibaleno guarì.

Questo racconto ha le caratteristiche di tutti i business plan e di tutti i business model: ha un obiettivo strategico, un piano e la necessità di confrontarsi con la realtà.

L’obiettivo strategico in questo caso è molto semplice: l’uomo vuole che sua moglie guarisca; il piano lo ha delineato il saggio; la realtà è il fatto che ci sono pochissime possibilità che si possa avverare.

A questo punto vediamo che, quando andiamo ad analizzare un obiettivo strategico, ogni imprenditore ha un suo obiettivo, che può essere formulato come una sfida o come un modo di ridurre i rischi. Non sempre l’obiettivo sono i soldi: nel nostro caso era l’amore. Il piano deve:

  • avere una sequenza logica, ovvero se tutto va bene deve funzionare;
  • deve avere dei punti di controllo misurabili; cosa sarebbe successo s non fosse mai passata di lì una rana?
  • deve prevedere della alternative se qualcosa non va.

La realtà ci dice quali sono le speranze di successo e quali sono le regole tipiche del settore in questione. Proprio perché gli eventi sono così rari la preparazione deve essere meticolosa. Bisogna evitare che quando la rana si poggia sul teschio e il serpente salta, il teschio si possa rovesciare.

Quando abbiamo questi 3 elementi insieme abbiamo un business plan credibile e durevole nel tempo.

2017-10-10T09:18:13+00:00

Leave A Comment